TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Sul red carpet di Cannes la partnership di CNA Cinema e Audiovisivo con Banca Etica

Si è svolto ieri, domenica 22 maggio, il primo dei due appuntamenti in calendario al75° Festival Internazionale del Film di Cannes. L’evento, dedicato alla presentazione dell’accordo tra CNA Cinema e Audiovisivo e Banca Etica sulla cessione del tax credit cinematografico, si è svolto negli spazi dell’Italian Pavilion e ha riscontrato un notevole interesse tra operatori, rappresentanti delle istituzioni e delle Film Commission regionali.

UnipolSai Film & Video la polizza per le imprese del cinema in convezione con CNA

UnipolSai Film & Video è la polizza multirischi dedicata a produzioni cinematografiche, cortometraggi, documentari, spot pubblicitari e altri prodotti audiovisivi. 

Automatismo (condizioni preimpostate), velocità di emissione (viene richiesto di compilare un questionario) e tariffa dedicata (a partire da 600 euro) per le piccole produzioni con un budget fino a 300.000 euro. Per le produzioni con budget superiore a 300.000 euro o se le condizioni preimpostate non soddisfano l’esigenza assicurativa, è possibile richiedere quotazioni personalizzate beneficiando di uno sconto del 20% sulle tariffe di Compagnia.

 Nella polizza sono presenti 4 sezioni:

  • Sezione: Assicurazione del Cast (sempre operante)
  • Sezione: Assicurazione del Supporto digitale
  • Sezione: Mezzi tecnici e arredi di scena, set e costumi
  • Sezione: Responsabilità Civile RCT-RCO per fatto inerente lo svolgimento dell’attività relativa alla Produzione assicurata

UnipolSai Film & Video corrisponde alle caratteristiche necessarie e obbligatorie per poter ottenere i benefici di legge previsti dalla Legge Cinema 220 14 novembre del 2017.

Possibilità, inoltre, di sottoscrivere, a condizioni agevolate, nell’ambito della Convenzione, anche la polizza Infortuni.

Tax Credit Cinematografico, accordo tra CNA e Banca Etica. Sostegno ai piccoli produttori indipendenti

Banca Etica e CNA, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, hanno sottoscritto oggi un accordo quadro per avviare una collaborazione a sostegno delle imprese artigiane e delle piccole imprese. Il primo obiettivo riguarda l’accesso al credito per la filiera del cinema e dell’audiovisivo: in particolare si intende valorizzare il lavoro dei piccoli produttori indipendenti con linee di credito ad hoc, fra le quali la cessione del Tax Credit Cinematografico.

CNA Cinema e Audiovisivo del Trentino-Alto Adige, coordinata dal produttore cinematografico Gianluca Lazzaroni, hanno avviato i contatti con la rete di Banca Etica per rendere disponibili servizi e prodotti di Banca Etica anche nel territorio regionale.

Banca Etica e CNA prevedono successivamente di sviluppare ulteriori strumenti e prodotti finanziari con l’obiettivo di favorire l’accesso al credito di una vasta platea di artigiani e piccole imprese.

Coerentemente con i principi e i valori di Banca Etica e del sistema delle imprese associate a CNA, la collaborazione si articolerà sui temi della lotta all’esclusione finanziaria; della valorizzazione delle produzioni artigiane tipiche e tradizionali; della tutela delle diversità enogastronomiche; degli investimenti per la sostenibilità delle produzioni; della sostenibilità sociale dei piccoli Comuni attraverso il supporto alle piccole imprese commerciali e artigianali che ne rappresentano la linfa vitale.

“La convenzione con Banca Etica costituisce un importante risultato che viene incontro alle esigenze delle micro, piccole e medie imprese indipendenti del comparto Cinema e Audiovisivo che rappresentiamo anche in Trentino-Alto Adige – afferma il portavoce Gianluca Lazzaroni -. Finalmente i nostri associati potranno avvalersi della cessione del credito d’imposta per tagli anche inferiori ai centomila euro, una risposta chiara e rivoluzionaria che arriva a margine di anni complicati della produzione indipendente italiana”.

Nordest terra di cinema, attrattività e sinergie grazie a CNA

Le suggestive location di Veneto e Friuli Venezia Giulia, con oltre quattromila ville venete, e l’Alto Adige con paesaggi e scenari naturali di indubbio fascino, sono sempre state tra le preferite per produzioni cinematografiche e televisive. Per promuovere la ricchezza di questo territorio e l’importanza che ricopre per il patinato mondo del cinema e delle produzioni televisive, CNA Alto Adige, CNA Friuli Venezia Giulia e CNA Veneto, con il supporto di CNA Cinema e Audiovisivo nazionale, hanno organizzato ieri, congiuntamente, il webinar “Nordest terra di cinema: sviluppo, servizi e attrattività del territorio”, al quale hanno partecipato oltre 60 imprese di produzione cinematografica delle tre regioni.