TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Ricerca e impresa assieme, al via «Fusion Grant»: 400mila euro per i migliori otto progetti altoatesini. Rete Economia-Wirtschaftnetz è partner

Sostenere giovani ricercatori e ricercatrici under 40, favorire concrete collaborazioni tra ricerca e impresa incoraggiando l’applicazione della ricerca scientifica allo sviluppo economico delle imprese e promuovere progetti che favoriscano la sostenibilità ambientale. Sono gli obiettivi principali del nuovo bando «Fusion Grant», nato su iniziativa della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, in collaborazione con NOI Techpark insieme a Rete Economia-Wirtschaftsnetz (RE-WN) e Südtiroler Wirtschaftsring-Economia Alto Adige (SWR-EA): 400mila euro con l’obiettivo di finanziare otto progetti di ricerca della durata massima di un anno

«Quella che abbiamo vissuto, e che stiamo ancora vivendo, è una situazione sociale ed economica unica nel suo genere. Ed è proprio in un momento simile che abbiamo più che mai bisogno di una giusta combinazione tra conoscenza, ricerca e potere d’innovazione delle imprese. Fusion Grant vuole stimolare una sinergia tra questi player per percorrere nuove strade sostenibili verso il futuro», dichiara Konrad Bergmeister, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio.

Combattere la crisi anche con più innovazione. Vaccarino (CNA): questo è il momento di fare il salto di qualità

Concretezza e coesione sociale sono i paradigmi su cui devono basarsi le scelte del futuro più prossimo di questo Governo. Ad affermarlo il presidente CNA, Daniele Vaccarino, intervenuto quest’oggi al webinar. “PMI: oltre le tecnologie, quale scenario economico e fiscale per un rilancio rapido e sostenibile?” il titolo dell’iniziativa, organizzata da A&T (Automation and Testing).

“Le richieste che la CNA ha fatto al Governo, durante gli Stati Generali, sono richieste concrete. La nostra Confederazione ha evitato proclami teorici, proponendo soluzioni importanti e profonde che potessero supportare il sistema economico italiano. Un sistema retto dalla realtà delle piccole e medie imprese”, ha spiegato Vaccarino.

CNA: sull’internazionalizzazione serve più attenzione per piccole e medie imprese

Si è svolto ieri l’incontro tra CNA e SIMEST, società del Gruppo Cassa depositi e prestiti, per un confronto sulla strumentazione a supporto dell’internazionalizzazione delle Pmi.

La vicepresidente nazionale CNA, Roberta Datteri con il responsabile ufficio promozione e mercato internazionale, Antonio Franceschini, hanno incontrato il presidente e l’amministratore delegato di SIMEST, Pasquale Salzano e Mauro Alfonso. Presenti all’incontro anche il direttore relazioni esterne, Francesco Tilli, il Business Development & Marketing Manager, Marco Cantalamessa e Riccardo Honorati Bianchi di Cassa depositi e prestiti.

Start up innovative: la Giunta provinciale approva misure straordinarie Covid-19

La Giunta decide di aiutare aziende start up innovative che hanno riscontrato difficoltà finanziarie a causa del coronavirus con misure di sostegno a breve termine.

La Provincia sostiene start up innovative nell'ambito della promozione della ricerca e dell'innovazione come reso possibile dalla legge provinciale n. 14 del 2006. “Abbiamo deciso di aiutare queste piccole ma innovative imprese che si possono trovare in difficoltà finanziarie a causa del Coronavirus,” spiega il presidente Arno Kompatscher. “Queste start up potranno superare eventuali situazioni di disagio grazie alle misure straordinarie che abbiamo approvato nella Giunta”, conclude il presidente. Ieri (23 giugno) il presidente ha presentato la proposta per la deliberazione che mira a modificare le linee guida di applicazione per sostenere le start up per un breve periodo di tempo con un contributo al canone d’affitto.