TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

CNA sempre più attrattiva nella rappresentanza: arrivano anche le autoscuole

Il panorama delle associazioni affiliate a CNA continua ad arricchirsi. L’Associazione nazionale titolari autoscuole riunite e studi (Antares) ha deciso di affiliarsi alla Confederazione.

“Abbiamo riscontrato, come, nella molteplicità delle categorie e mestieri presenti in CNA, fosse utile accogliere anche la categoria delle autoscuole, uno tra i comparti più importanti a livello sociale – spiega il Direttore della divisione organizzazione e sviluppo del sistema CNA, Armando Prunecchi – l’unica categoria preposta all’educazione stradale, un punto di riferimento per la sicurezza stradale”.

Ecco i risultati ottenuti con l'impegno di CNA per la rappresentanza

Gentile associato,  

con soddisfazione ti presentiamo l'ultimo volume del fascicolo Principali Risultati Ottenuti. Uno strumento che usiamo da anni per rendicontare, la qualità e quantità della nostra attività, la nostra azione di rappresentanza, nella relazione con i nostri associati e con gli stakeholder, sia esterni che interni. 

Stiamo confermando sempre più di essere un soggetto formidabile nella lobby, nella tutela degli interessi e nella proposta di soluzioni.

Raccogliamo gli interessi e le esigenze di imprese come la tua e li rappresentiamo. Per mostrarti l'enorme quantità di lavoro, ogni anno raccogliamo i risultati ottenuti nella rappresentanza, e li valorizziamo nella rendicontazione  nel nostro bilancio sociale. Confidiamo che questi volumi e quelli degli anni passati possano rappresentare una valida motivazione per rimanere associati e fare promozione. In poche parole una risposta al “…perché pagare la tessera!”.

Importanti frecce al bersaglio a livello nazionale che condividiamo con te e che, se aggiunti alle iniziative del tuo territorio, spiegano ancora di più il senso della nostra attività quotidiana. 
A questi è oramai doveroso aggiungere anche tutte le numerose iniziative di agevolazione, scontistica, promozione e di marketing riservate solo ai nostri associati.  
Insieme al documento condividiamo anche il manifesto Vogliamo Subito che, a nome degli imprenditori e artigiani come te e nell'interesse del paese, abbiamo lanciato nel momento più buio del Covid-19. Dieci obiettivi centrati, oltre ai due cantieri aperti, sui dodici punti individuati.
Condividiamo con te anche il manifesto Vogliamo Subito, a nome di voi imprenditori, lanciato nel momento più buio del Covid-19. Dieci obiettivi centrati, oltre ai due cantieri aperti, sui dodici punti. Ora stiamo lavorando per ottenere la massima attenzione anche nelle norme che saranno inserite nel Dl Agosto.

Buona lettura a te, e se ti piacerà, condividi con tuoi clienti e fornitori!

LEGGI TUTTI I RISULTATI OTTENUTI

MANIFESTO VOGLIAMO SUBITO

 

Nasce CNA Aerospazio. La Confederazione entra in un settore ad altissimo valore aggiunto e strategico

E’ nata CNA Aerospazio. CNA completa così la scelta strategica di costituire un comparto aerospaziale/aeronautico con l’obiettivo di favorire la crescita delle Pmi in questo importante settore industriale. La Confederazione ne ha affidato la delega a Gaetano Bergami, ex presidente nazionale di CNA Produzione, titolare di una primaria azienda del settore. CNA Aerospazio è già stata chiamata nei giorni scorsi, con i principali attori del comparto, a incontri istituzionali in sede nazionale. “L’aerospazio – ha dichiarato Bergami – è un settore molto promettente per lo sviluppo nel medio periodo di tante imprese associate che possiedono qualificate competenze tecnologiche e che potrebbero operare nel settore. Rappresenta un investimento per il futuro delle imprese e per la ripresa del Paese”.

L’aerospazio è ritenuto, ovunque, un comparto di valenza strategica, trainante per l’economia tanto in via diretta quanto in via indiretta. Studi economici internazionali (come gli Oxford Economics) evidenziano l’effetto moltiplicatore degli investimenti in campo aerospaziale: ogni euro investito nel comparto si traduce in una crescita di ricavi pari a due volte e mezza l’importo dell’investimento con una pari ricaduta anche sull’occupazione, di solito qualificata e altamente qualificata.

#Cioccoliamoci è la parola d’ordine

#Cioccoliamoci è la parola d’ordine di oggi. Il 7 luglio di ogni anno si festeggia la giornata mondiale del cioccolato.

Antidepressivo naturale, anticancerogeno e ricco di antiossidanti, il “cibo degli dei” fu portato in Europa da Cristoforo Colombo che scoprì le fave di cacao nel 1502 perché offerte dagli Atzechi.

E, da allora, sembra proprio che gli italiani non possano farne a meno. Si stima che ne mangino circa quattro chili l’anno, per un valore di mercato di 2,5 miliardi di euro.