TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

CNA regionale: "Ristrutturazioni, lavoriamo al Südtirol Ecobonus. La misura è in vigore da oggi, ma mancano i decreti attuativi. Stiamo attivando un percorso locale"

“Stiamo lavorando per dare concretezza all’Ecobonus sulle ristrutturazioni e i risanamenti di edifici, mettendo in piedi un progetto per la realizzazione del Südtirol Ecobonus, capace di sfruttare la detrazione fiscale al 110% come previsto dal Decreto Rilancio nazionale, con un sistema di cessione del credito d’imposta dalle PMI a istituzioni finanziarie locali, in collaborazione con la Provincia e le eccellenze territoriali in tema di ristrutturazioni, risanamenti energetici e innovazione, in testa l’Agenzia CasaClima e il NOI Techopark. L’operazione andrebbe a vantaggio delle piccole, medie e micro imprese locali della filiera delle costruzioni, dagli edili tradizionali agli impiantisti, dai serramentisti ai pavimentisti”. Lo afferma Claudio Corrarati, presidente di CNA-SHV Alto Adige e di CNA Trentino Alto Adige.

“Il modello – aggiunge Corrarati – è replicabile in Trentino, utilizzando le stesse istituzioni finanziarie che operano in ambito regionale e coinvolgendo il mondo politico, i cluster imprenditoriali ed i centri di ricerca trentini”.

Come capire gli effettivi costi delle bollette aziendali e scegliere la soluzione migliore. Webinar gratuito per i soci del Consorzio APE. ISCRIVITI!

Gentile Imprenditore Consorziato Ape-Cna,

La invitiamo a partecipare al seguente WEBINAIR  a cui riserviamo un posto alle aziende che fanno parte del Consorzio Ape. 

Attenzione alla data di scadenza delle iscrizioni, il 26 giugno 2020.

Come capire gli effettivi costi delle bollette aziendali e scegliere la soluzione migliore (sfogliamo la bolletta di energia elettrica insieme!)

MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2020, ORE 18.00
Webinar GRATUITO

Iscrizioni al seguente link CLICCANDO QUI 

Programma del webinar:

1- Il caso concreto di una bolletta elettrica aziendale. Spiegazione delle varie voci “sfogliando” in diretta la bolletta (si invitano gli imprenditori a tenere sotto mano l'ultima bolletta di energia elettrica dell'impresa).

2- I costi fissi e i costi variabili. Strumenti utili ad evitare l’errato addebito di componenti fisse applicate in modo scorretto dal singolo fornitore.
Relatore: Fabio Vazzola, ing. energetico.

3- Come tagliare i costi energetici “comprimibili”. Azione e metodologie del gruppo di acquisto Ape-CNA.
Relatore: Boris Sartori, resp. servizio Ape-Cna.

Iscrizioni al seguente link CLICCANDO QUI 

Iscrizioni entro il 26 giugno 2020.

CNA e Lamafer: campagna di sensibilizzazione sullo smaltimento delle mascherine ai tempi del Covid-19

LAMAFER, partner di CNA Trentino Alto Adige, durante l’attuale fase emergenziale (Coronavirus) ti invita a non sprecare ed abbandonare dispositivi come guanti e mascherine monouso, così importanti e utili alla protezione di tutti e ti affianca sensibilizzandoti con piccoli gesti quotidiani per aiutare la natura e l’ambiente oltre a mantenere pulite le nostre città. 

Ricordandovi che, guanti e mascherine vanno sempre tra i rifiuti dell’indifferenziata, Vi rammentiamo di fare buon uso delle indicazioni sullo smaltimento dei suddetti DPI, altrimenti c’è il rischio di creare una nuova fonte di inquinamento.

Le mascherine chirurgiche e i guanti monouso che stiamo usando nel rispetto delle normative previste dai decreti ministeriali, una volta usati diventano rifiuti.

La maggior parte di questi DPI è prodotto con materiali molto inquinanti, anche più della plastica. Non risulta biodegradabile e può inquinare l’ambiente per decine di anni, se non viene correttamente smaltito.  Sono inoltre rifiuti potenzialmente infetti.

All’ingresso dei supermercati, lungo i marciapiedi, nei cestini per la raccolta della spazzatura ed in prossimità dei giardini, sono i luoghi dove più frequentemente si trovano questi dispositivi di protezione, abbandonati senza nessuna precauzione.

Uno spreco enorme, con gravi rischi per la salute che si può evitare in modo davvero semplice seguendo due piccole precauzioni da tenere presente e da osservare con un certo scrupolo:

  1. Guanti e mascherine non vanno gettati nell’indifferenziata direttamente, ma devono essere prima ben avvolti in due sacchetti di plastica, chiusi poi con un laccio;
  2. non trascurate l’igiene personaleal momento dello smaltimento. L’ideale sarebbe lavarsi e/o disinfettarsi bene le mani al termine dell’operazione.

Attenzione: i guanti in vinile, sono gli unici che vanno riciclati come la plastica, visto che sono a base di polivinilcloruro (PVC).

Lamafer 1