TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Trasporto persone, settore allo sbando: interventi necessari

Misure necessarie e urgenti di cui ha estremo bisogno il settore del trasporto persone. Le ha chieste la CNA alla Ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture, Paola De Micheli. Ne dà notizia la CNA del Trentino Alto Adige.

Il trasporto persone sta vivendo una grave crisi a causa della pandemia. Il comparto conta oltre 38mila imprese, in larga parte artigiane, e circa 40mila dipendenti con un parco veicoli intorno alle 70mila unità tra autobus noleggio, Taxi e NCC. Il fatturato annuale supera i 4 miliardi di euro e nel periodo di lockdown i mancati ricavi sono già oltre un miliardo. In Trentino Alto Adige la situazione non è differente: oltre mille aziende registrano perdite fino al 90% dei ricavi.

La CNA ha indicato la necessità di avviare un confronto permanente tra le istituzioni e le organizzazioni più rappresentative per evitare l’eccessiva frammentazione della rappresentanza che rende difficile definire una visione generale sullo sviluppo della mobilità.

CQC e Patente di guida. Dal 25 Giugno in vigore nuove disposizioni

Il 25 Giugno 2020, tramite il Decreto legislativo 10 Giugno 2020 n° 50 (G.U.S.G. n°146 del 10.06.2020), entrano in vigore le nuove disposizioni in materia di Carta di Qualificazione del Conducente (CQC) e di Patente di guida.

Il suddetto Decreto reca: “attuazione della Direttiva (UE) 2018/645 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 aprile 2018, che modifica la direttiva 2003/59/CE sulla qualificazione iniziale e formazione periodica dei conducenti di taluni veicoli stradali adibiti al trasporto di merci o passeggeri e la direttiva 2006/126/CE concernente la patente di guida “. 

Come noto il Decreto legislativo che, in Italia,  ha dato attuazione alla Dir. 2003/59/CE in materia di qualificazione iniziale e formazione periodica (CQC), è stato il Decreto Legislativo n°286 del 21 Novembre 2005 (Capo II), tramite gli articoli dal 13 al 24 ed i relativi allegati I (requisiti minimi della qualificazione e della formazione) e II (requisiti relativi al modello delle comunità europee di carta di qualificazione del conducente).

Ripresa dei corsi di formazione per accesso professione, tachigrafo, CQC e ADR

Con il DPCM  11 Giugno 2020 (G.U.S.G. n°147 dell’11.06.2020), articolo 1, comma 1, lettera “q”, è stato consentito a tutti gli enti di formazione autorizzati di riprendere l’attività formativa relativa allo svolgimento dei corsi per l’accesso alla professione di trasportatore su strada di merci e viaggiatori ed i corsi sul buon funzionamento del tachigrafo.

Inoltre,  con il disposto sopra citato del DPCM in parola,   è stata  consentita a tutti gli enti ( e non più, in maniera immotivata, alle sole autoscuole come precedentemente previsto dal DPCM 17.5.2020), la possibilità di riprendere l’attività dei corsi di formazione abilitanti . A tale specifico proposito, CNA Fita, in data 12 Giungo 2020, ha chiesto alla DGT – Div. 5, la conferma  di tale interpretazione e le modalità a cui, tali corsi abilitanti, avrebbero dovuto attenersi  per essere svolti in sicurezza.

Licenze comunitarie per il trasporto di merci e persone. Il MIT diffonde una circolare relativa a termini di validità e domande di rinnovo

Il Ministero delle Infrastrutture e dei  Trasporti (MIT), con la circolare D.G. T.S.I. n°4/2020, diffonde alcune precisazioni in merito alla validità delle licenze comunitarie per il trasporto di merci e persone .

Il Regolamento UE n°2020/698 del 25 maggio 2020 entrato in vigore dal 4 Giugno c.a., alla luce degli effetti indotti dal coronavirus, interviene , come già comunicato, con misure temporanee, anche sulle licenze comunitarie; in particolare ,   per quelle scadute o in scadenza tra il 1° Marzo ed il 31 Agosto 2020, la validità della licenza originale e delle sue copie conformi è prorogata di sei mesi dalla scadenza riportata sulla licenza stessa.