TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Appalti, versamento ritenute: niente sanzioni fino al 30 aprile. L'Agenzia delle Entrate ha accolto la proposta CNA

C’è tempo fino al 30 aprile per adeguarsi, senza incappare in sanzioni, alle procedure previste dal Decreto fiscale in merito all’obbligo di versare le ritenute relative ai dipendenti impiegati in ogni singolo appalto. CNA Costruzioni Trentino Alto Adige rende nota la risposta dell’Agenzia delle Entrate al quesito posto da CNA: se nei primi mesi di applicazione della norma (e in ogni caso non oltre il prossimo 30 aprile) l’appaltatore ha correttamente determinato ed effettuato i versamenti delle ritenute fiscali senza utilizzare per ciascun committente distinte deleghe, non sarà contestata la violazione a condizione che sia fornito al committente sempre entro il 30 aprile tutta la documentazione prevista dalla circolare.

Appalti, CNA-SHV propone la banca dati anti-burocrazia. Incontro con l'assessore provinciale Bessone e il dirigente Montagner sul nuovo modello BIM

Una banca dati anti-burocrazia, condivisa dalle 553 stazioni appaltanti pubbliche dell’Alto Adige, nella quale le micro, piccole e medie imprese possano inserire autonomamente quei 10-15 documenti necessari per tutti gli appalti, aggiornandoli ogni sei mesi. In questo modo, ciascuna impresa eviterebbe di produrre la stessa documentazione, che ormai si è trasformata da cartacea in digitale, a tutte le stazioni appaltanti ogni qual volta partecipa ad una gara pubblica, riducendo la burocrazia improduttiva. È una delle proposte avanzate dalle aziende dei settori costruzioni e installazione e impianti della CNA-SHV che ieri sera, martedì 18 febbraio, hanno incontrato l’assessore provinciale all’Edilizia, agli Appalti pubblici e Patrimonio, Massimo Bessone, ed il dirigente del Dipartimento Edilizia, Paolo Montagner. Con un pizzico di creatività, gli imprenditori artigiani hanno anche ipotizzato il nome: DUDA (Documento Unico Dell’Artigiano).

La filiera delle costruzioni contraria al rating d’impresa. No allo strumento Anac per misurare la reputazione aziendale: punitivo e viziato da pregiudizi

"Le associazioni della filiera delle costruzioni con i servizi e le forniture esprimono un giudizio fortemente negativo sul documento di studio predisposto dall'Anac sul rating d'impresa, pensato per misurare la reputazione delle imprese". CNA Trentino Alto Adige sostiene con forza la posizione condivisa dalla CNA e dalle altre associazioni di settore.