TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

COVID-19 - Pacchetto della Provincia per economia e famiglie, CNA-SHV apprezza lo sforzo della Giunta. Ecco le principali misure

CNA-SHV esprime un giudizio positivo sul pacchetto di oltre 100 misure discusse oggi dalla Giunta Provinciale di Bolzano a sostegno di imprese, lavoratori, famiglie, sociale e ripartenza economica dinanzi ai tanti problemi provocati dall'epidemia del virus COVID-19.

"In particolare - afferma il presidente Claudio Corrarati - è apprezzabile la volontà di mettere in campo risorse per 3 miliardi di euro, aumentabili se la situazione lo richiederà, attraverso procedure molto snelle, con pochissima burocrazia, digitalizzate. Il che testimonia la piena consapevolezza e portata dell'emergenza che stiamo vivendo.  Siamo lieti di aver contribuito, come associazione di categoria, con diverse proposte, che ritroviamo adesso nel pacchetto, e siamo pronti a contribuire per implementare il pacchetto e renderlo fruibile".

 

Pacchetto per imprese - lavoratori - famiglia - sociale varato oggi dalla giunta provinciale 
 
TUTTE LE MISURE SONO IN ATTESA  DI DEFINIZIONE OPERATIVA
 
Oltre 100 misure, molte delle quali attivabili con autodichiarazioni, alcune saranno attive da lunedì 6 aprile con dettagli che verranno messi a punto nei prossimi giorni. Si procederà con delibere di giunta che solo in seguito saranno ratificate dal Consiglio.
 
Si prevede una manovra complessiva di 4 miliardi di euro, di cui 1,5 miliardi erogati dalle banche con garanzia della Provincia a tassi agevolati e 2,5 miliardi di stanziamenti provinciali, statali, europei, indebitamento provinciale. Una manovra pari quasi al 10% del Pil altoatesino di 23 miliardi per consentire alle  imprese di non fallire, alle famiglie di non avere risorse necessarie per vivere, per preparasi alla ripartenza salvaguardando  la forza lavoro e la competitività delle imprese. Si sta verificando l'emissione di bond provinciali così come la concessione di prestiti da parte della Banca Centrale Europea BCE. Il buon rating della Provincia in questo senso rappresenta un ottimo punto di partenza.
 
Imprese
  • Moratoria mutui, prestiti e leasing con le banche, imposte e tributi provinciali e comunali
  • Finanziamenti liquidità immediata da 35.000 euro  per le PMI e cifre da definire per le imprese più grandi, garantiti dalla Provincia tramite consorzi di garanzia
  • Contributo a fondo perduto fino a 10.000 euro a piccole imprese con rating bancario  inadeguato che dimostrino di aver perso almeno metà del  fatturato nel periodo dell'epidemia. Tale  misura si stima interesserà fino a  20.000  aziende di tutti i settori
  • Blocco per due anni delle rate di restituzione al fondo di rotazione  provinciale
 
Lavoratori
  • Accordo tra le parti sociali e la Provincia per attivare la cassa integrazione in deroga per tutti i lavoratori  di tutte le imprese, a prescindere dalla dimensione, non coperti da cassa integrazione ordinaria o da fondi bilaterali.
 
Ripartenza
  • Stanziamento di 30 milioni di euro a IDM per il pacchetto Restart Sudtirol
 
Famiglie e sociale
  • Moratoria mutui, prestiti, leasing con le banche, imposte e tributi provinciali e comunali
  • Contributo a fondo perduto fino a 10.000 euro per casi specifici senza reddito o forte perdita del reddito
  • Sospensione affitti per 13.400 inquilini Ipes
  • Rafforzamento servizi sociali e coop del terzo settore

Le slide con le informazioni illustrate oggi. [PDF 5028 KB]

 

CNA-SHV: affitti, si sospenda la riscossione dei canoni delle imprese ferme che hanno in locazione locali di proprietà degli enti pubblici. Misure anche per gli affitti privati

"La politica altoatesina nel suo complesso dia un segnale tangibile alle piccole imprese costrette a pagare l'affitto dei locali, nonostante abbiano dovuto cessare l'attività a causa dell'epidemia Covid-19. Chiediamo che venga immediatamente sospesa la riscossione del canone a tutte quelle aziende che operano in affitto in locali di proprietà pubblica, ad esempio dell'Ipes, dei Comuni, delle società pubbliche controllate o partecipate, ad esempio le start-up ospitate dal NOI Techpark". Lo chiede Claudio Corrarati, presidente della CNA-SHV.