TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Impiantisti termoidraulici, la nuova sfida è la fiducia tra artigiani e clienti. Iorio presidente. Vecchiato guida l'Unione Installazione e Impianti

Iuri Iorio, 44 anni, bolzanino originario di Torino, titolare della ditta Idealterm, appassionato di sci e barca a vela, è stato confermato alla presidenza degli Impiantisti termoidraulici di CNA-SHV Alto Adige. Al suo fianco un direttivo composto da Marco Vedovelli, Maurizio Disarò e dai giovani fratelli Denis e Daniel Dall’Osto, testimoni di un passaggio generazionale che, ad oggi, è uno dei principali problemi delle aziende artigiane.

Nell’intenso dibattito assembleare, sono stati individuati alcuni temi che la categoria intende sviluppare nei prossimi quattro anni: dai ribassi eccessivi negli appalti alla tutela necessaria per i subappaltatori, dai prezziari non sempre adeguati, alla necessità di una semplificazione radicale per il Superbonus 110%. Punto qualificante del programma sarà l’elaborazione di un libretto informativo per i clienti privati, affinché venga migliorato il rapporto di fiducia tra cittadini e artigiani, puntando su qualità dei lavori, ultimazione nei tempi pattuiti, tariffe eque e rispetto dei tempi di pagamento.

Con la nomina di Iuri Iorio alla presidenza dei termoidraulici, si completa il quadro dell’Unione Installazione e Impianti, che comprende anche gli impiantisti elettrici guidati da Cristiano Cantisani e gli ascensoristi rappresentanti da Gianni Tenan. A coordinare i tre settori, come presidente dell’Unione, sarà ancora una volta, per il secondo mandato, Andrea Vecchiato, impiantista elettrico con lunga esperienza maturata in CNA-SHV, fin dai tempi di CNA Next (Giovani Imprenditori).

Nella foto da sinistra: Il funzionario Felice Espro, Marco Vedovelli, Iuri Iorio, i fratelli Denis e Daniel Dall’Osto, il presidente di CNA Trentino Alto Adige Claudio Corrarati.