TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Corona screening in Alto Adige. Comunicazione congiunta delle parti sociali

Comunicazione congiunta delle parti sociali

Assoimprenditori Alto Adige – CNA-SHV – LVH.APA – CGIL-AGB – SGBCISL – UIL-SGK – ASGB

Le parti sociali si sono riunite oggi per recepire in uno specifico accordo le nuove disposizione dell’ordinanza numero 69 del presidente della Provincia di Bolzano.

Ferma restando la totale e convinta adesione alla necessità di partecipazione al corona-screening, nell’accordo a integrazione del Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro sono stati recepiti i seguenti punti:

Regola 1/10:

Ferme restando le regole di distanziamento sociale vigenti all’interno delle aziende, viene stabilito un rapporto di 1 persona per 10 m² tra il numero massimo di persone presenti in azienda e la superficie dell’intero complesso aziendale. Dalla superficie complessiva vengono escluse le aree non strettamente dedicate allo svolgimento dell’attività lavorativa come, ad esempio, i parcheggi o le zone verdi.

Operazioni di pulizia e sanificazione di luoghi di lavoro:

Si richiamano espressamente gli obblighi di cui al Protocollo nazionale (cfr. punto 4), con l’invito a prestare particolare attenzione alla sanificazione dei servizi igienici.

Partecipazione al “corona-screening” pubblico:

In seguito all’annuncio del Presidente della Provincia, Arno Kompatscher, che ha partecipato alla riunione in videoconferenza, di una prossima pubblicazione di una nota interpretativa relativa all’obbligo di partecipazione ai corona-screening, le parti sociali si sono aggiornate riservandosi di recepire questo punto una volta pubblicata la nota.